Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale

Agricoltura

:

Agricoltura

Agricoltura

Conosciamo ogni pixel del territorio italiano

AlmavivA ha accompagnato l’ingresso del settore agricolo italiano nel mondo dell’informatizzazione digitale e continua a supportarne il processo di modernizzazione mettendo a disposizione le più elevate professionalità di System Integration e offrendo una costante capacità di fornire soluzioni tecnologiche innovative.

Un elemento chiave dell’offerta di AlmavivA per il settore Agricoltura è l’erogazione dei servizi di monitoraggio e controllo delle aziende agricole, per i quali ha sviluppato prodotti e metodologie riconosciuti come best practices a livello comunitario.

L’operatività e lo sviluppo del SIAN Sistema Informativo Agricolo Nazionale è assicurato da SIN S.p.A. società mista pubblico-privata (51% partecipazione pubblica – 49% partecipazione privata). AlmavivA in qualità di mandataria di un Raggruppamento di imprese si è aggiudicata la Gara europea per l’individuazione del socio privato di SIN S.p.A. per il periodo 2008 – 2016. In virtù della suddetta aggiudicazione il RTI AlmavivA è responsabile della gestione operativa del SIAN fino al 2016.

Un elemento qualificante del SIAN è rappresentato dal monitoraggio continuo dell’intero territorio nazionale tramite integrazione di cartografia catastale con immagini aeree e satellitari ad altissima risoluzione e la mappatura dell’uso del suolo eseguita con controlli in campo o con telerilevamento. 

Nell’ambito del SIAN AlmavivA assicura l’erogazione di una moltitudine di servizi tra cui lo sviluppo e la gestione del Fascicolo Aziendale, un contenitore omogeneo, aggregato e certificato di informazioni relative ad oltre 1.600.000 aziende agricole, e il Sistema Italiano della Pesca del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali che comprende la gestione delle licenze di pesca per la flotta peschereccia italiana composta da circa 14.000 imbarcazioni. Nell’ambito di tale sistema è stato anche realizzato il Sistema dei Controlli della filiera ittica, un sistema complesso, altamente informatizzato, che consente attraverso l’acquisizione delle informazioni direttamente a bordo, di seguire in tempo reale la posizione dell’imbarcazione in mare, disporre delle quantità pescate e di conseguenza di tracciare il prodotto ittico dal momento in cui viene pescato fino alla sua prima commercializzazione.

Il sistema gestisce, inoltre, un insieme di servizi di elevata criticità per il Corpo Forestale dello Stato quali la segnalazione degli incendi alla Centrale Operativa Nazionale (numero 1515), il censimento delle aree percorse dal fuoco, il servizio Meteomont per il rischio valanghe, nonché l’esecuzione dell’Inventario Nazionale delle Foreste e dei Serbatoi Forestali del Carbonio per il censimento nazionale dei boschi.

I numeri

  • 1.400.000 Aziende Agricole gestite tramite il “Fascicolo Aziendale”
  • 5,3 miliardi di Euro di contributi comunitari controllati ed erogati ogni anno
  • 180.000 rilievi sul territorio svolti annualmente da personale specializzato
  • 14.000 pescherecci gestiti attraverso il Sistema Informativo e di controllo della Pesca
  • 5.000 uffici territoriali collegati via internet
  • 3.000 punti d’informazione al cittadino
  • Dati geografici di 5.000 incendi boschivi ogni anno messi in rete a disposizione di circa 2.000 Comuni

Principali Clienti

  • AGEA
  • Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali
  • ICBP – Istituto Centrale Banche Popolari
  • CFS – Corpo Forestale dello Stato
  • Enti Vigilati (ISMEA, CREA)
  • Regioni (Sicilia, Piemonte, Calabria, Lazio)
  • Organismi Pagatori Regionali
  • AdT – Agenzia del Territorio