Tavola disegno 1 copia

Sistema Informativo Nazionale Federato delle Infrastrutture

Sistema Informativo Nazionale Federato delle Infrastrutture

Use Case

Il catasto delle infrastrutture, il più grande sistema geografico italiano per numerosità di dati gestiti

La nuova strategia nazionale per la banda ultralarga approvata il 3 marzo 2015 dal Consiglio dei Ministri si poneva l’obiettivo di coprire, entro il 2020, l’85% della popolazione con infrastrutture in grado di veicolare servizi a velocità pari e superiori a 100Mbps garantendo al contempo al 100% dei cittadini l’accesso alla rete internet ad almeno 30Mbps.

Lo strumento identificato per il coordinamento e la trasparenza delle operazioni, è il SINFI - Sistema Informativo Nazionale Federato delle Infrastrutture.

Una mappatura completa delle infrastrutture nazionali

L’esecuzione delle attività è stata affidata dal Ministero per lo Sviluppo Economico ad Agea, e quindi ad AlmavivA in qualità di partner tecnico di SIN Spa, sulla base delle esperienze e competenze maturate per l’implementazione e la gestione di sistemi territoriali (GIS - Geographic Information System) a supporto dell’erogazione degli aiuti comunitari in agricoltura.

Obiettivo del SINFI, realizzare un catasto nazionale federato delle infrastrutture del sottosuolo e del soprassuolo presenti sul territorio italiano, consultabile da tutti i soggetti abilitati - amministrazioni competenti, gestori e/o titolari delle infrastrutture - mediante una piattaforma cartografica “unica e integrata”.

Il progetto è stato realizzato grazie al “riuso di programmi informatici o parti di essi” tra pubbliche amministrazioni, esempio virtuoso del quale SINFI costituisce l'evoluzione a livello di "Sistema Italia".

Una gestione efficace del sotto e sopra suolo e dei relativi interventi

Il Sistema favorisce la condivisione delle infrastrutture attraverso una gestione ordinata del sotto e sopra suolo e dei relativi interventi, fra i quali:

ottimizzazione della progettazione di nuove infrastrutture e miglioramento del processo di manutenzione

gestione efficiente dei permessi

esattezza delle informazioni per l’esazione delle imposte di utilizzo del suolo

coordinamento degli scavi, condivisione ottimizzata delle infrastrutture con conseguente riduzione dell’impatto sul territorio e dei costi complessivi di sistema

controllo delle infrastrutture critiche a scopo di prevenzione e monitoraggio in caso di calamità naturali

Altro

Qualche caratteristica del Sistema

Il sistema, che rappresenta il più grande sistema geografico italiano per la numerosità di dati gestiti, presenta le seguenti caratteristiche:

  • è basato su architettura Geographic-CLOUD e su una soluzione software a microservizi
  • il catalogo dei dati è prodotto utilizzando gli strumenti propri della GeoUML (Geographic Unified Modeling Language) methodology
  • la struttura dei metadati è conforme alla direttiva INSPIRE e alle norme del Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali (RNDT)
  • è interamente realizzato in ambiente Open Source.

Per approfondire: Sistema Informativo Nazionale Federato delle Infrastrutture.

Contatta il team per la Transizione Ecologica