Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale

2016

:

AlmavivA Contact su accordo: risposta strutturale alla crisi

AlmavivA Contact su accordo: risposta strutturale alla crisi

Iniziativa istituzionale risolutiva

Roma, 22 dicembre 2016 - L’accordo siglato con i Sindacati al Ministero dello Sviluppo Economico, fondato sulla proposta avanzata dal Governo, individua con efficacia i temi strategici e gli interventi per affrontare in termini strutturali la situazione di AlmavivA Contact, condizione per assicurare il necessario equilibrio economico e produttivo dell’Azienda.

Le misure contenute nell’intesa, riferite a qualità, efficienza, produttività e, per un periodo temporaneo, al costo del lavoro, costituiscono gli elementi a presupposto di un nuovo progetto industriale di AlmavivA Contact, in grado di combinare un’azione di risanamento stabile, la ripresa di effettiva capacità competitiva e la contestuale salvaguardia della continuità occupazionale.

L’iniziativa delle Istituzioni, a conferma dell’attenzione costante rivolta allo sviluppo della crisi ed al negoziato tra le parti, ha reso possibile la definizione di un credibile percorso condiviso, attraverso corrette linee guida, impegni chiari e tempi certi, accompagnato dal temporaneo ricorso agli strumenti di ammortizzazione sociale.

Un percorso che può contare sul determinante contributo di responsabilità da parte delle Organizzazioni Sindacali, testimoniato dai loro massimi esponenti, dopo una fase segnata da posizioni controverse di fronte alla gravità della crisi e alla necessità di un confronto reale sulle soluzioni da assumere.

Atteggiamento, quest’ultimo, che potrebbe aver generato qualche disorientamento, forse rintracciabile nel rifiuto opposto alla firma dell’accordo da parte dei rappresentanti sindacali di Roma, della cui scelta si prende comunque atto.

Per collocare la situazione di AlmavivA Contact nella possibile evoluzione verso un rinnovato e regolato contesto di mercato, sarà adesso decisivo tradurre gli impegni contenuti dall’intesa in accordi coerenti entro il termine dei prossimi novanta giorni, in presenza dell’alto ruolo di garanzia assunto dal Governo.